Pubblicata il 29/04/2021

Comune di Tempio e Agenzia Dogane e Monopoli firmano protocollo d'intesa per lotta a contraffazione

 

Rafforzare gli strumenti per la lotta alla contraffazione e agli altri fenomeni illeciti connessi al commercio. Questa, in estrema sintesi, la finalità del Protocollo d’Intesa siglato questa mattina tra il Direttore Territoriale ADM per la Toscana, la Sardegna e l’Umbria, Roberto Chiara e il Sindaco del Comune di Tempio Pausania, Gianni Addis. 

La collaborazione, della durata di due anni, si concreterà in un’azione coordinata tra il Corpo di Polizia Locale e l’Ufficio ADM di Sassari, con la creazione di un tavolo di lavoro permanente volto allo scambio delle informazioni al fine di prevenire e reprimere il fenomeno della contraffazione e le altre attività illecite, alla tutela del consumatore negli acquisti, favorendo la regolarità nel settore del commercio e contrastando le forme di criminalità organizzata, al coordinamento degli interventi e alla gestione delle risorse professionali.

“Il Protocollo sottoscritto oggi – dichiara il Direttore Territoriale Roberto Chiara – rientra nella strategia di ADM volta a creare meccanismi di sinergia con le altre amministrazioni coinvolte nel contrasto alla contraffazione e nella tutela e salvaguardia del consumatore. Infatti l’Amministrazione doganale, con questo accordo, intende lanciare un messaggio di fiducia al commercio “sano” e rispettoso delle regole, che costituisce la gran parte del tessuto produttivo del Nord della Sardegna e della Gallura, a tutela dell’intero sistema. 
Questo impegno trova ampio riscontro anche nei precedenti accordi conclusi su queste tematiche con le principali amministrazioni locali sul territorio sardo”.

“Ancor prima che un dovere, la legalità deve essere un diritto – afferma il Sindaco Gianni Addis – per le nostre comunità, per i cittadini, per i consumatori e per l’intero comparto produttivo. Siamo quindi particolarmente grati all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per questa proposta di collaborazione sinergica che ci consente di attivare ulteriori strumenti di tutela a vantaggio della legalità e della sicurezza negli acquisti nel nostro territorio e che permetterà, tra l’altro, di approfondire l’analisi dei fenomeni in Gallura e nell’Isola anche in un’ottica di prevenzione, poiché dal monitoraggio scaturiranno soluzioni più tempestive ed appropriate a tutela dei consumatori e dei produttori che operano nel rispetto delle regole”.

News48

Redazione C48