Pubblicata il 01/07/2018

News48 Sardegna e Sicilia La UE riconosce lo stato di insularità.

 

Il Parlamento europeo ha riconosciuto stamattina la (condizione di insularità) per la Sardegna e la Sicilia. La risoluzione,
e' stata proposta dall'europarlamentare del Ppe Salvatore Cicu e sostenuta da Michela Giuffrida (Socialisti e democratici), da Verdi,
Sinistra Unitaria e Cinquestelle, votata con 495 voti a favore su 693 votanti. 
Cosi' spiega Cicu, si richiama la Commissione europea a dare applicazione all'articolo 174 del trattato sul funzionamento dell'UE, che riconosce le condizioni di svantaggio per le regioni insulari, che fino a oggi è rimasto  lettera morta. Grazie alla decisione votata a larga maggioranza si potranno facilmente superare gli ostacoli normativi  posti dal regime di libera concorrenza rispetto al principio della continuità territoriale: il sistema dei trasporti di Sicilia e Sardegna, per esempio, potrà finalmente godere dei benefici economici necessari per colmare un oggettivo gap geografico, senza incorrere nei divieti Ue.
La Commissione europea riconosca le specificità territoriali delle Isole e tenga conto nella programmazione dei fondi strutturali. 
Sono autore della Risoluzione che il Parlamento ha approvato oggi a larga maggioranza perché l'Ue possa varare politiche ad hoc per territori che devono poter trasformare i loro gap in risorse", ha dichiarato Michela Giuffrida, ho chiesto alla Commissione di prendere atto delle carenze che impediscono e ostacolano la crescita e lo sviluppo economico delle nostre isole.
 La mobilità nelle isole è ridotta,collegamenti disasrati, il carburante costa di più, i produttori hanno maggiori difficoltà ad esportare, i turisti ad arrivare. Questi svantaggi possono diventare risorse e volano di sviluppo solo se c'è una forte determinazione e volontà politica anche da parte della Commissione europea. 
Spesso siamo ostaggio delle compagnie aeree e di navigazione; le nostre merci hanno costi di produzione e commercializzazione insostenibili. E' fondamentale l'istituzione di  uno (sportello ) composto da esperti con il compito di coordinare e valutare le politiche per le regioni insulari e che elabori una (Strategia ) che preveda azioni concrete e obiettivi specifici.
Ci auguriamo e proseguiamo Noi che le Regioni si sveglino dal torpore  a sostegno del fare e concretizzare; sopratutto nei settori
turistici ed agricoli determinanti per la crescita economica delle isole.

Per Cicu è un voto storico per Sicilia e Sardegna che vedono finalmente per la prima volta rappresentata la vertenza
insularità a livello europeo, per Noi come mai non si e' fatto prima? ...

La redazione C 48  Mario Savigni