Pubblicata il 07/06/2020

Parroco di Talana rapinato ad Arbatax: indagati un giovane e la zia

 

Arbatax - Svolta nelle indagini sulla rapina ai danni di don Vincenzo Pirarba, il parroco di Talana, pestato a sangue la notte del 7 maggio scorso. Un giovane è stato iscritto nel registro degli indagati per rapina aggravata, indagata per favoreggiamento personale anche sua zia, che gli aveva fornito ospitalità nella sua casa, vicina a quella del sacerdote, la notte della rapina. La donna aveva negato ai Carabinieri, che suo nipote la sera del 7 maggio si trovasse lì. Dopo una perquisizione domiciliare disposta dalla Procura di Lanusei ed eseguita da oltre 50 uomini dei Carabinieri di Lanusei e di Tortolì, insieme alle Squadriglie di Arzana e Lanusei con il supporto dello Squadrone eliportato Cacciatori di Abbasanta, a casa della donna è stata trovata parte del bottino della rapina, tra cui un borsello cosiddetto "portaviatico" contenente oggetti sacri e strumenti per la liturgia. Gli oggetti, mostrati a don Pirarba dai militari, sono stati riconosciuti come di sua proprietà. La notizia è stata riportata dall'ANSA

 

News48

Redazione C48