Pubblicata il 27/10/2017

NEWS48 Il governo "ladro" si accorge delle bollette a 28 giorni dopo piu' di un anno! cieco o complice?

 

Ridicole trafile fatte per poter obbligare le compagnie telefoniche alla vecchia fatturazione mensile! ...e dei contratti non se ne parla? postille, articoli ed artifici vari e nascosti, microscopici ed impossibile leggere e sopratutto che vengono a galla dopo la stipula? niente! siamo la barzelletta dell'Europa, solo in Italia mancanza di trasparenza e sopratutto chiarezza. 

Grazie a Codacons qualcosa si muove ma non basta. Sulla fatturazione a 28 giorni, LE COMPAGNIE telefoniche devono restituire il maltolto agli utenti.  È quanto scrive Codacons in una nota, a seguito della disponibilità di Tim a fare da mediatore col Ministero dello sviluppo economico in rappresentanza degli operatori del settore, per giungere ad una soluzione condivisa.
L' operazione non convince i consumatori ed e' tesa solo ad evitare provvedimenti normativi che potrebbero arrecare danni economici alle compagnie, afferma  il presidente Codacons Carlo Rienzi.

Gli utenti italiani prosegue Codacons non accettano nessun passo indietro sulle bollette a 28 giorni che non preveda il rimborso ai consumatori delle maggiori somme pagate a causa dell'illegittima prassi sulle fatturazioni.
I consumatori chiedono, non solo le compagnie devono tornare alle bollette mensili, ma anche restituire agli utenti i soldi che questi hanno speso per effetto della fatturazione a 28 giorni,ovvero, 1,19 miliardi di euro all'anno solo per la telefonia fissa e gli abbonamenti Sim.

Nel frattempo, il Codacons ha inviato a 104 procure della Repubblica di tutta Italia un esposto in cui si chiede di aprire indagine su truffa aggravata e appropriazione indebita per le bollette a 28 giorni vietate dalle COMPAGNIE, e credetemi aggiungo io,c'e' da spulciare.

In caso contrario, siamo pronti ad una class action dice RIENZI.

Mario Savigni