Pubblicata il 08/07/2020

Genova - Il Ponte Morandi sarà gestito da autostrade per l'Italia. Autogol del Governo dopo le promesse fatte, ma esiste possibilità di revoca per la concessione

 

La Ministra delle Infrastrutture, Paola de Micheli, conferma che il nuove Ponte Morandi sarà gestito da Autostrade per l'Italia. Il che risulta come un autogol da parte del governo e del M5S. Dopo un anno di minacce ai Benetton, dopo due anni di promesse di revoca della concessione, ecco qua l'autogol perfetto, dove verrà consegnato il nuovo ponte, alla stessa società che ha fatto crollare il vecchio, senza le dovute manutenzioni. Un ponte dove hanno perso la vita 43 persone, di cui le famiglie ora hanno subito l'ennesima beffa, dopo tante promesse, in attesa di giustizia. Da Palazzo Chigi però, fanno sapere che esiste la possibilità di revocare la concessione e che nulla è dato ancora per certo. Ira del Presidente della Liguria, Giovanni Toti che si scaglia contro il governo e scrive " Ebbene, dopo due anni di minacce, immobilismo, proclami, giustizia promessa e rimandata il ponte di Genova verrà riconsegnato proprio ad Autostrade, come ha ordinato il Governo M5s-Pd. Voi ridate il ponte ad Autostrade senza ottenere nulla. Noi continuiamo a lavorare per l'interesse dei liguri. E intanto per la tragedia del Morandi e per le sue 43 vittime nessuno ancora ha pagato. Mentre a Roma litigavate, noi in Liguria almeno abbiamo ricostruito il ponte. Forse abbiamo ringhiato meno di voi... ma visti i risultati..."

 

News48

Redazione C48