Pubblicata il 30/03/2019

Clima - Stasera torna l'Earth Hour, un'ora di luci spente per sensibilizzare sul problema del riscaldamento globale. Si spegneranno per un'ora le luci dei principali monumenti o simboli

 

Clima - Stasera torna l'Earth Hour, l'evento annuale del Wwf che chiede di spegnere per un'ora le luci per sensibilizzare sul riscaldamento globale. In Italia sono stati più di 400 i comuni che hanno aderito, pronti a spegnere le proprie luci per un'ora dalle 20:30 alle 21:30. Quest'anno, nel nostro Paese l'Earth Day avrà come suo centro Matera, Capitale Europea della Cultura per il 2019. A spegnersi per un'ora sarà l'area di S.Pietro Caveoso e della Rupe dell'Idris, luoghi iconici della Città dei Sassi. Hanno aderito Milano, Palermo, Napoli, Bologna, Firenze, Venezia, Trieste, Reggio Calabria e Perugia. La situazione del riscaldamento globale è sempre più preoccupante. A ottobre dell'anno scorso, il rapporto dell'Ipcc, il Comitato dell'Onu sul clima, ha lanciato l'allarme: le temperature mondiali sono già aumentate di 1 grado dai livelli pre-industriali (metà dell'Ottocento). Se non si tagliano drasticamente le emissioni di gas serra, già al 2030 il riscaldamento potrebbe superare 1,5 gradi, l'obiettivo più ambizioso dell'Accordo di Parigi. Ma le emissioni, invece di ridursi, continuano ad aumentare. Tutti gli studi rivelano un aumento della produzione globale di CO2 nel 2018, per il secondo anno consecutivo. La riduzione delle emissioni da parte della Ue e del Giappone è vanificata dall'aumento in Usa, Cina e India, provocato dalla domanda energetica di economie in crescita. Ma se da una parte la situazione si aggrava, dall'altra parte nasce una speranza, che è quella dei milioni di ragazzi di tutto il mondo che il 15 marzo hanno partecipato allo sciopero scolastico per il clima, indetto dall'attivista sedicenne svedese Greta Thunberg.

 

News48

Redazione C48