Pubblicata il 02/04/2019

Calangianus - Lo sfottò calcistico degenera in odio razziale: fotomontaggio antisemita sul Calangianus Calcio gira sui social. Faccia di Anna Frank al posto di quella dei giocatori. Che vergogna

 

Calangianus - E' proprio il caso di dirlo: che vergogna, ma stavolta è il caso di usare toni aspri per condannare quanto accaduto nelle ultime ore. In giornata si è diffusa sui social, da Facebook a WhatsApp ad Instagram, specie per messaggio, un'immagine antisemita sul Calangianus Calcio. Si tratta di un fotomontaggio dove è stata inserita la faccia di Anna Frank al posto di quella dei giocatori e dirigenti accompagnatori giallorossi, scattata prima dell'ultima partita contro l'Ossese. Lo sfottò calcistico locale è degenerato in un vero e proprio ed ingiustificato odio razziale. Tutti sono a conoscenza dei soliti attriti con sfottò, cori e quant'altro che girano sulle squadre locali ormai da decenni, ma qua siamo passati ad un fatto ancora più grave: aver inserito un personaggio simbolo della persecuzione nazista di Hitler, associandolo ad una squadra di calcio e difatto ad un intero paese in quanto rappresentato da 114 anni dal club: Calangianus. C'è un limite a tutto. Gli autori dell'immagine sono sconosciuti e non è nostra intenzione indicare colpevoli senza avere le prove. Siamo ovviamente all'oscuro di tutto e ci riserviamo da accuse, che non sono di competenza di un giornalista o di un portale di notizie. 

Riserviamo però un commento: sorprende come ancora nel 2019, si manifestino episodi di una inaudita gravità e vengano associati a crimini efferati compiuti nella storia dell'umanità. Abbiamo scelto di lasciare solo due figure della foto originale, coprendo le altre con i colori giallorossi che rappresentano il Calangianus e ci scusiamo con i due giocatori dove abbiamo lasciato l'immagine senza coprirla. Spero capiate che lo abbiamo fatto a scopo rappresentativo, per far capire un minimo a chi legge questo articolo, che stiamo parlando di fatti concreti e non di menzogne. Ci uniamo all'eco di vergogna contro questo orribile scempio. E' ora di finirla

Per dovere di cronaca, il fatto ci è stato segnalato in totale anonimato

 

News48; Autore: Maurizio Savigni