Pubblicata il 08/12/2016

Tempio - Spara alla moglie e fugge: l'uomo ha avuto un malore, ma resta in carcere e dice: "l'amavo, ma non volevo ucciderla"

 

Tempio: spara alla moglie e fugge: il 71 enne pensionato che 3 giorni fa, ha sparato alla sua ex amante, ha avuto un malore ma resta nella caserma di Viale Don Sturzo. Arriva anche una confessione trapelata dalla casa circondariale di Nuchis, l'uomo dice "l'amavo, ma non volevo ucciderla". Strano, perchè tutte le prove che ha trovato la polizia, puntano il dito contro di lui affermando l'intenzione di uccidere l'amante da ben 4 mesi. Ieri l'uomo dopo tralaltro cardiopatico, è stato trasportato all'Ospedale Civile Dettori, poi è stato dimesso e rinchiuso nuovamente in cella. Emergono nuovi dettagli sulla vicenda. La donna a cui ha sparato si era separata da lui dopo anni di pestaggi, violenza fisica e liti continue dalla casa di Valledoria. A Tempio la donna cercava tranquillità e rifugio col figlio Massimo, accusato dal marito di aver ostacolato la loro relazione e quindi la separazione. La signora, è stata operata e le è stato asportato l'ultimo proiettile incastonato in una spalla e sta bene. I medici le dicono di ritenersi fortunata, poichè i bossoli non le hanno lacerato organi vitali. Ora vorrei aggiungere un commento personale: ma una persona a 71 anni cosa ha da fare? Che senso ha uccidere a 71? Godersi la vecchiaia, la vita e preparasi a lasciare la vita no? La rabbia e la mia fustigazione è questo. A 71 anni un uomo non dovrebbe pensare ancora all'amore e ad uccidere per amore. L'amore dura fino ad una certa età, ma cosa si pretende di avere a 71 anni? Non mi è chiaro abbastanza, comunque seguirò e seguiremo questa vicenda su ulteriori sviluppi. Per ora è tutto.

News48

Scritto da: Maurizio Savigni