Pubblicata il 05/08/2018

Tempio - All'Ospedale Dettori nel reparto di Medicina si boccheggia. Non c'è l'impianto di aria condizionata. Disagi per pazienti e personale medico. Li split non bastano

 

Tempio - Ancora un caso che coinvolge l'Ospedale Dettori. I 36 pazienti ricoverati nel reparto di medicina, stanno boccheggiando insieme a medici e infermieri in questi giorni a causa del caldo intenso. Purtroppo Medicina è l'unico reparto dell'Ospedale in cui manca l'aria condizionata centralizzata. Questi giorni qualcuno si è attrezzato con li split, che purtroppo non bastano in un'area grande centinaia di metri quadrati, a raffreddare l'ambiente. Lo denuncia il sindacato Fsi-Usae, che con la segretaria territoriale, Mariangela Campus, descrive una situazione da girone dantesco. Le condizioni sono diventate insostenibili anche per tutti. "Stanno male anche i pazienti, molte finestre non hanno maniglia, per cui per aprirle e chiuderle devono chiamare gli infermieri. Medina è il reparto trainante dell'ospedale di Tempio ed è anche, paradossalmente, l'unico reparto senza aria condizionata. Una situazione assurda per la quale ci muoveremo in tutte le sedi, sia con iniziative sindacali sia denunciando il metodo di agire della dirigenza sanitaria isolana, per la quale è arrivata l'ora di dimettersi", conclude la Campus. L'ATS assicura che presto sarà installato un impianto di condizionamento centralizzato. Al momento nel reparto di Medicina sono presenti cinque split e sono in funzione due ulteriori condizionatori portatili. In attesa dell'avvio dei lavori, l'azienda di Olbia annuncia che "sono oggetto di verifica, di concerto con l'ufficio tecnico, ulteriori soluzioni di immediato impiego per fare fronte alle alte temperature di questi giorni".

Insomma, dopo il caso di freddo registrato nell'inverno 2017 a causa del cambio delle finestre durante l'inverno, tanto che fu soprannominato "Ospedale Polo Sud Dettori", ora invece le cose stanno all'opposto nell"Ospedale Sahar Dettori"

Vergogna

 

News48

Redazione C48