Pubblicata il 04/08/2017

Tempio - L'Ospedale Dettori è salvo. Non chiuderà nessun reparto, neanche il punto nascite. La riforma sanitaria della Regione salva il Dettori e salvaguarda gli ospedali dei piccoli centri.

 

Tempio - Il Sindaco Biancareddu alle ore 11,19 ha pubblicato un post su Facebook riguardante l'Ospedale Dettori. Sul post il primo cittadino ha scritto: salvo il punto nascite e non solo. Grazie a tutti. Oggi la commissione Sanità ha dato il via libera al testo di riorganizzazione della rete ospedaliera. Soddisfazione è stata espressa anche dall'assessore della Sanità, Luigi Arru che dice: dalla Commissione Salute esce un testo fedele all'impostazione data dalla Giunta e, al contempo, con qualche modifica migliorativa. Dando seguito alle richieste dei territori, salvaguardiamo ulteriormente gli ospedali dei piccoli centri e riconosciamo le specificità delle Isole e delle zone di montagna. Proprio queste parole confermano la positività dell'incontro con il Sindaco Biancareddu avvenuto nei giorni scorsi. Il Dettori sembra salvo. Il punto nascite rimarrà. Dall'incontro tra Biancareddu e Arru, la soluzione per il punto nascite dei 1000 parti annui poteva essere quella di sommare i parti dell'Ospedale di Tempio con quelli dell'Ospedale di Olbia attraverso la creazione di equipe mediche itineranti. Per il mantenimento degli altri reparti erano necessarie altre soluzioni, che forse sono state raggiunte. Vi terremo aggiornati. Complimenti al Sindaco di Tempio. La Gallura ha vinto la battaglia: difendere l'Ospedale Dettori a tutti i costi e ci è riuscita. Grazie al popolo che è sceso in piazza a manifestare e grazie anche ai 26 Sindaci del territorio.

News48

Redazione C48