Pubblicata il 27/12/2017

Tempio - La maleducazione non conosce limiti: ieri sera sono state divelte le decorazioni natalizie in Piazza Faber; danneggiata anche una panchina

 

Tempio - La maleducazione non conosce limiti: per l'ennesima volta durante un evento in città, vengono compiuti atti vandalici. L'ultimo è il caso di ieri sera: in Piazza Faber sono state divelte e distrutte le decorazioni natalizie che erano state create in occasione degli eventi X-Mas, ancora in corso in paese. E' stata anche distrutta una panchina, dalla quale sono state asportate due bande di legno. Quest'ultimo raid vandalico si somma a tutti gli altri di quest'anno e dell'anno scorso e ne ricordiamo alcuni: la distruzione e la vandalizzazione nella Stazione ARST, dove fu distrutto un preziosissimo telegrafo e si tentò di dare fuoco ai locali; la distruzione delle matite colorate accaduta ad agosto. Ieri i vandali hanno sguazzato dove non c'erano le telecamere, ancora in fase di installazione. E ormai come accade spesso nessuno ha visto, nessuno ha sentito nulla. Sembra che questi vandali agiscano velocemente e che sono innocui. Su Facebook ora riiniziano a rimbalzare i commenti di gente stufa, arrabbiata contro chi non si controlla i figli o non li educa; arrabbiata perchè per l'ennesima volta non si riesca a capire chi è stato a compiere questi atti osceni. Atti osceni che distruggono ciò che è stato fatto dall'Associazione Color Art e dal Comune che hanno speso risorse economiche ed hanno dedicato tempo e lavoro, alla realizzazione di qualcosa di diverso per attrarre turisti o locali a visitare ed uscire in centro. E' ora di finirla, bisogna porre fine alla delinquenza che porta questi spregievoli notizie in paese. Ci vogliono più controlli, più attenzione e più educazione dei genitori nei confronti della loro prole. Foto: Barbara Cossu

 

 

News48

Scritto da: Maurizio Savigni