Pubblicata il 25/07/2018

Tempio - La città il 28 luglio ricorda i morti di Curraghjia

 

Tempio - Si avvicina anche quest'anno il 28 luglio. Una data importante  che ha segnato profondamente la storia della nostra città. Una data che nessuno in città potrà mai dimenticare e che arriva a ridosso della tragedia che ha colpito la Grecia.  Quest'anno ricorre il 35esimo anniversario. L'inferno di fiamme che ha investito  la collina di Curragghja minacciando la città  portò via nove vite che sono state strappate all'affetto della propria famiglia, dei parenti e degli amici. Abbiamo visto anche oggi il potere distruttivo del fuoco. In Grecia il villaggio di Mati, piccola località turistica, è stato spazzato via. Grazie a questi nostri uomini generosi, che hanno affrontato l'emergenza di quei giorni del 1983 con spirito di amore verso la propria comunità, si evitò una tragedia ancora più grande. Alle vittime e alle quindici persone che rimasero ferite, che rappresentano per la nostra città i valori dell'amore verso la propria terra, dell'altruismo, della generosità, della solidarietà e del coraggio, in una società che ci appare dominata dall'egoismo, dall'individualismo, dalla sopraffazione, dall'interesse personale, dedichiamo ogni anno questo giorno della memoria e della riflessione. E' a loro e ai valori che incarnano e rappresentano che la città dovrebbe sempre ispirarsi, fiera di aver avuto e avere  tra i propri cittadini uomini di una così alta levatura morale e di una così profonda e rara umanità. Ci teniamo a ricordare, in quest'occasione,  anche Vanni Bisson, già assessore e consigliere comunale, insignito insieme ai caduti e ai feriti sopravvissuti della medaglia d'oro al valor civile conferita dal Presidente della Repubblica , che ci ha lasciato e che portava i segni di quel giorno nella propria anima e nel corpo. Il Sindaco e l'amministrazione invitano tutti i cittadini a partecipare alla cerimonia  per stringersi  attorno alle famiglie delle vittime e dei superstiti e condividere tutti insieme  il ricordo di questa tragica giornata che ha visto la nostra comunità reagire e raccogliersi per difendere la nostra città mettendo a rischio il bene più prezioso, la vita. Questa giornata, dichiarata nel 2007 Giornata europea di sensibilizzazione contro gli incendi boschivi in memoria di tutte le vittime cadute nella lotta al fuoco dalle regioni europee partner del Progetto Interreg III C OCR Incendi e nel 2011 giornata regionale in ricordo di tutte le vittime degli incendi in Sardegna, sarà commemorata attraverso una serie di appuntamenti civili e religiosi. Si inizierà alle 17, 00 con la deposizione di una Corona d'Alloro nel monumento presso il Viale Caduti di Curragghja; Seguirà alle 18. 00 la deposizione di un'altra Corona d'Alloro presso il Monumento Funebre nel Cimitero Cittadino; Alle ore 18. 30 sarà celebrata una Santa Messa nella Cattedrale di San Pietro cui seguiranno canti con l'intervento di cori locali.

 

News48

Redazione C48