Pubblicata il 23/03/2018

Tempio - Illuminazione Pubblica: firmato il contratto con Enel Sole

 

Tempio - Sostenibilità, innovazione, risparmio energetico e sicurezza. Saranno queste le parole chiave della nuova gestione dell'illuminazione pubblica in città e nelle frazioni. Sono circa 3500 i punti luce che Enel Sole, la società del gruppo Enel che si occupa di pubblica illuminazione, avrà il compito di gestire per i prossimi vent'anni nel territorio comunale. Seicento invece i punti luce nuovi, che andranno ad illuminare zone della città non ancora servite (via Togliatti, la torre faro della rotatoria in via Olbia, via del Castagneto, Via Cannas, alcune lottizzazioni, il centro storico, etc..). Il riammodernamento della rete di illuminazione pubblica comunale prevede la sostituzione delle lampade a vapori di sodio-mercurio presenti attualmente con le nuove tecnologie a Led che, comportando un risparmio energetico, permetteranno di ammortizzare i costi d'acquisto, ridurre i costi di manutenzione, consentire un elevata resa cromatica, uniformità della luce e riduzione dell'emissione di CO2 in atmosfera. Il contratto è stato firmato ieri in Municipio e formalizza l’aggiudicazione della gara da circa 6 milioni di euro indetta dalla Centrale unica di committenza dell'Unione dei Comuni per l’illuminazione comunale cittadina. E' stato sottoscritto dal Responsabile del Servizio Edilizia Privata, Ambiente ed Illuminazione Pubblica Salvatore Bicchiri e dal Rappresentante di Enel Sole Carlo Dessì e dal Segretario Generale Silvano Aisoni. alla presenza del Sindaco Andrea Biancareddu e dell'Assessore Francesco Quargnenti. La concessione affidata a Enel Sole prevede, la riqualificazione energetica, la manutenzione ordinaria e straordinaria e la messa a norma degli impianti, oltre alla gestione della rete di illuminazione pubblica. «Questo passaggio» ha dichiarato il Sindaco Andrea Biancareddu «sancisce un traguardo significativo per la nostra amministrazione. Un obiettivo presente nel programma: quello di riuscire ad ottenere per la città e le frazioni un servizio di elevata qualità e dare inizio ad un processo di ottimizzazione ed aumento dell'efficienza che assicuri impianti conformi ed adeguati alle nuove esigenze di vita». “L'intervento” prosegue il primo cittadino “ in pratica si autofinanzia. Mediante la riduzione dei consumi dell'energia elettrica si riesce infatti a recuperare la rata del canone di concessione ottenendo, inoltre, un'economia da riutilizzare nel bilancio comunale”. L'inizio dei lavori di riqualificazione ed adeguamento degli impianti è previsto tra giugno e luglio.

News48

Redazione C48