Pubblicata il 13/04/2017

Tempio - Abbanoa spenderà 4 milioni circa per aggiustare la rete idrica. In una email inviata al Sindaco Biancareddu, pubblicate le vie interessate dai lavori, interessato anche Nuchis

 

Tempio: dopo la ricerca condotta dall'Istat sulle perdite dell'acqua in Italia e dove Tempio risultava al secondo posto con il 68,5%, dopo Frosinone, Abbanoa è corsa ai ripari per sfigurare di meno. Ed è così che in una email inviata al Sindaco Biancareddu, la società di gestione dell'acqua sarda, si incaricherà di spendere 3 milioni e 700 mila euro in riparazioni delle condutture idriche in città. Gli interventi saranno fatti in tre tranche, ovvero in tre fasi: la prima consisterà nel spendere 700 mila euro per riparazioni straordinarie nella rete in 12 vie, compresa Via Vittorio Emanuele a Nuchis. Ecco l'elenco delle vie interessate dai lavori: via F.lli Rosselli, via d'Acquisto, via Pintor, via Merano, via Bari, via Alba Barona, via Rosa del Limbara, via del Cerchio, via Italia Unita, via La Marmora, viale Don Sturzo e via Canonico Pes. La seconda e la terza fase prevedono altri interventi in città e su sorgenti, e nel condotto di portata sul Limbara. Il Sindaco Biancareddu si dice sorpreso dalla notizia, ma non sminuisce i ritardi sull'ampliamento del potabilizzatore della Pischinaccia ( a causa di vicende burocratiche i lavori inizieranno nel 2018 ) ed il collegamento idrico alla diga del Pagghjolu lungo 6880 metri, con il sollevamento della base della diga ( ancora non realizzato. Opere che renderebbero indipendenti Tempio e l'Alta Gallura dalle acque della Valle del Lerno. Gli antichi latini dicevano: Verba volant, scripta manent, ( le parole volano, i fatti rimangono ), auspichiamo tutti, che sia davvero così. Foto: Galluranews.

News48

Redazione C48