Pubblicata il 05/09/2018

Tecnologia - Ecco Fairphone: lo smartphone equo, solidale e che non utilizza materiali provenienti da paesi con guerre civili in atto

 

Tecnologia - Grande successo per il progetto crowdfunding di FairPhone, che ha terminato la raccolta fondi con 2,5 milioni di dollari, ben oltre il milione di dollari richiesto. I fondi vengo da parte di finanziatori privati che entrano direttamente nel progetto e altri 6 da investitori professionali per un nuovo atteso capitolo. Sempre più persone si stanno avvicinando al progetto Fairphone, ossia all’idea del fondatore Bas Van Abel, che nel gennaio 2013 inaugurò una startup per la produzione di uno smartphone del tutto particolare. Qualcosa di diverso da ciò che si era visto e che si vedrà. Un modello che fosse al passo coi tempi in quanto a scheda tecnica, prestazioni, funzionalità, ma al contempo realizzato rispettando sia i lavoratori sia l’uso di materiali e componenti interni. In molti casi, per la costruzione di dispositivi elettronici, gli operai non sono tutelati da sufficienti diritti del lavoro e diritti umani. Gli oltre trenta minerali che sono utilizzati per la produzione di Fairphone, come la Columbite-tantalite, il cobalto, lo stagno, non provengono da miniere controllate da chi ha interessi nella guerra civile nel Congo orientale, così da evitare che i ricavi delle miniere vengano impiegati per l'acquisto di armi nel suddetto conflitto iniziato nell'aprile del 2012. Lo smartphone è composto da prodotti che non necessitano uno sfruttamento da parte dei lavoratori a causa della guerra civile; la maggior parte delle miniere partner è infatti certificate dalle ONG. Inoltre gli sviluppatori stanno lavorando con varie organizzazioni no-profit per la produzione dello smartphone. I fornitori dei materiali utilizzati da Fairphone hanno l'obbligo di assicurare ai lavoratori delle condizioni di lavoro dignitose. Fairphone è inoltre impegnata ad garantire un'ampia possibilità di personalizzazione del proprio smartphone. In questo senso consente l'accesso Root al proprio dispositivo e fornisce un'ampia gamma di cover stampabili con stampante 3D. Il risultato è un modello che certo costa 529 euro ma con appena 9 euro di guadagno, mentre tutto il resto è speso per componenti di grande qualità, con un design modulare che lo rende peraltro facilissimo da riparare e con la prospettiva di una vita molto più lunga della maggior parte dei suoi rivali. Aspettiamoci presentazioni importanti a breve e chissà se questo progetto porterà ad altre idee simili oppure, forse utopia, a linee solidali ed eque promosse da produttori consolidati.  Caratteristiche: Android 4.2, fotocamera posteriore da 8 mpx, anteriore da 1,3; batteria da 2000 mAH sostituibile; RAM 1GB, interna 16 GB , microSD fino a 32 GB; risoluzione display: 960 x 540 pixels. Ampiezza display: 4,3 pollici.

News48
Redazione C48