Pubblicata il 27/10/2016

Salute - L'Unione Europea è vicina ad importare insetti dalla Thailandia come cibo nei ristoranti per i prossimi decenni. Insorgono molti cittadini nei social

 

Salute: l'Unione Europea è vicina a chiudere una trattativa con delle aziende della Thailandia per importare nei paesi e nei ristoranti europei, gli insetti nei menù. Vi immaginate i grilli fritti, scorpioni, cavallette, scarafaggi, mosche o addirittura lucertole? Beh, l'idea "lugubre" di rappresentanti del parlamento europeo, è questa. Portare quei cibi anche da noi. Non bastano già gli scandali per l'importazione senza etichetta e senza controlli di oli della Tunisia, Algeria o i Limoni da altri stati non concernenti l'Europa che penalizzano le aziende e i raccolti europei, che ora c'è una nuova scusa per mangiare cibo prodotto da altri stati. E se noi mangiassimo proprio queste cavallette, gli scarafaggi, almeno saranno controllati e analizzati sulla presenza di malattie e rischi per la salute? E' tutto un punto oscuro, sul quale come sempre prevalgono i "boh". Intanto su facebook e nei social network, cittadini di tutta l'Europa si sono scatenati a suon di commenti e critiche per questa scelta di un cibo, che probabilmente in futuro sarà sostituito alla carne e ad altri che andranno a scarseggiare per sfamare 9 miliardi di persone. Per ora, viva il cibo nostrano e la dieta meditteranea, tutto il resto è cibo spazzatura.

News48

Scritto da: Maurizio Savigni