Pubblicata il 31/08/2018

Olbia - Nuovi casi di furto di sabbia dalle spiagge. Sequestrati 30 kg di sassi ad una coppia di turisti. Stamattina rinvenute bottiglie contenenti sabbia e piccole pietre

 

Olbia - Non si ferma la cafonaggine dei turisti ignoranti che vengono a rubare la sabbia e le pietre dal mare. A rubare quel che la natura ha costruito in milioni di anni come souvenir. Ieri mattina una coppia di turisti romani è stata bloccata dagli agenti della security del porto di Olbia. Gli agenti hanno scovato, a bordo del loro pick up in imbarco per Civitavecchia, circa 30 kg di sassi provenienti dalle spiagge sarde, rinchiusi in buste di plastica. I due sono stati segnalati all’Autorità marittima e al Corpo forestale, sventando così un altro furto, il quinto di sabbia, sassi e specie marine protette come le nacchere, registrato in appena due settimane nello scalo portuale di Olbia.

Questa mattina durante dei controlli, è stata rinvenuta una bottiglia con oltre un chilo di sabbia, un sacco della spesa riempito di piccoli sassi di mare ed una scatola con tre pietre di grosse dimensioni. I bottini sono stati scovati nelle auto di famiglie in partenza per Livorno e Piombino. Tutti i colpevoli del reato, sono stati segnalati all'Autorità Marittima

Il fenomeno sta conoscendo un pericoloso aumento dei casi di furto e ciò non è un bene per il delicato ecosistema marino della Sardegna..

News48
Redazione C48