Pubblicata il 29/03/2017

Mare - Avvistato nei mari siciliani il pericoloso e velenoso pesce scorpione. Scatta l'allarme. Quest anno si attende anche un' affluenza record di meduse

 

Mare: l'Istituto Superiore per la Ricerca e la Ricerca Ambientale fa scattare l'allarme pesce scorpione nei mari italiani. E' stato già avvistato in notevole massa nei mari della Sicilia. Ma cosa è il Pesce Scorpione, perchè è pericoloso e cosa causa? Il pesce scorpione è un pesce d'acqua salata, diffuso specialmente nel Mar Rosso, Oceano Pacifico, Australia, Sud-Est asiatico, Giappone e Polinesia. Questo pesce ha la testa è relativamente piccola, la bocca grande, gli occhi sporgenti, sormontati da due escrescenze (presenti anche intorno al mento). La fronte è alta, il dorso curvo, mentre il ventre relativamente piatto. Il corpo si restringe verso il peduncolo caudale, che precede una coda piuttosto larga, tondeggiante. Può arrivare ad una lunghezza di 38 centimetri. E' velenoso e produce avvelenamenti classificati in 3 gradi. Grado I producono eritema, ecchimosi o anche cianosi della parte colpita. Al grado II compaiono vesciche attorno alla puntura. Avvelenamenti di grado III producono necrosi locale e variazione della sensibilità, che possono durare anche per più giorni. Sono stati documentati anche rari casi di decesso. Il primo e più importante trattamento dopo una puntura è l'immersione della parte colpita in acqua calda (circa 45 °C), perché riduce il dolore e rende inattiva la tossina. Occhio insomma al bagno al mare quest anno, sia per le meduse che si prevedono in affluenza record, ma anche a questo pesce. Ormai il Mediterraneo si sta tropicalizzando.

News48

Scritto da: Maurizio Savigni