Pubblicata il 03/07/2018

Gallura - Allarme inquinamento nei mari a sud est della Corsica. Avvistata una chiazza di paraffina lunga due chilometri. Potrebbe arrivare sulle coste. In Corsica divieti di balneazione

 

Gallura - Allarme inquinamento nel mare a sud-est della Corsica. E' stata avvistata una chiazza di paraffina lunga 2 km e larga uno. Questa domenica in Corsica, è scattato il divieto di balneazione per i bambini su parte della costa orientale. La balneazione è stata interdetta a fini precauzionali a causa dell’ inquinamento marino da cera di natura idrocarburica. L’area interessata va da Solenzara allo Étang de Diane. La paraffina è un prodotto derivato dal petrolio e trasportato in serbatoi da imbarcazioni. Uno strato di paraffina è stato individuato sabato a circa 5 km dalla costa di Solenzara. È probabile che la chiazza possa arrivare sulla costa nelle prossime ore ed interessare anche la Sardegna, riferisce la prefettura marittima del Mediterraneo. La chiazza di paraffina è stata individuata per la prima volta da un marinaio, poi da un elicottero doganale. E' stato preso e analizzato un campione ed è stato confermato che si tratta di pellet di paraffina. Le osservazioni sono state completate domenica dal sorvolo di un Falcon 50 della Marina, incaricato di valutare l’estensione e la deriva dell’inquinamento.

 

News48

Redazione C48