Pubblicata il 20/07/2018

Crisi industriale di Ottana - Giagoni (Lega): Basta promesse vuote Servono investimenti concreti per la bonifica della zona e per uno sviluppo sostenibile dell’area.

 

Il coordinamento Lega Salvini Premier della Sardegna cerca di far luce sulla crisi della zona industriale di Ottana. Regione Sardegna si è presa la responsabilità di dare delle risposte agli ex lavoratori e a tutto il territorio ma il trascorrere del tempo pare dare spazio alla solita inconcludenza della Giunta Pigliaru. Nonostante i numerosi incontri tra le parti coinvolte, nulla pare muoversi nella direzione sperata e si fa sempre più lontana una soluzione concreta. La Lega Salvini Premier vuole dare delle certezze per far riemergere una zona tra le più povere del centro Sardegna a causa della delocalizzazione selvaggia e del progressivo diradamento del tessuto industriale. Afferma Dario Giagoni, Vice Commissario regionale della Lega: “Le soluzioni al problema possono essere molteplici sebbene non facili. Queste devono viaggiare sul duplice binario della tutela del lavoro e della contestuale tutela della salute”. Il Piano Marshall per Ottana targato Lega, partirebbe dalle improrogabili bonifiche di tutta la zona, in primis delle aree dismesse. Si propone anche il potenziale coinvolgimento, su base volontaria, di ex lavoratori del polo industriale attraverso le ditte specializzate nella sanificazione del territorio. Questi ultimi potrebbero così vedersi così reinseriti in un contesto di lavoro retribuito che possa dar loro un’ulteriore possibilità occupazionale.