Pubblicata il 22/04/2017

Ciclismo - Muore Michele Scarponi, ciclista dell'Astana. Mentre si allenava al prossimo Giro d'Italia è stato travolto ed ucciso da un camion.

 

Ciclismo: un grave lutto colpisce il mondo delle due ruote a pochi giorni dall'inizio del 100° Giro d'Italia, è morto il ciclista Michele Scarponi mentre si allenava alle porte di Filottrano, il suo paese natale. Scarponi è molto conosciuto nel mondo del ciclismo; tutt'ora era nel team dell'Astana e doveva partecipare come capitano, visto l'infortunio del sardo Fabio Aru. Scaponi era soprannominato l'Aquila di Filottrano, viste le sue doti eccellenti di scalatore ciclista. E' morto in un incrocio travolto da un camion guidato da un uomo 57 enne, che racconta di non averlo visto accecato dal sole. L'impatto è stato fortissimo e per lui non c'è stato niente da fare. L'uomo che lo ha ucciso è stato accusato di omicidio stradale. Scarponi, che ieri aveva concluso al quarto posto il Tour of the Alps, dove aveva vinto la prima tappa, era nato il 25 settembre 1979 a Jesi. Professionista dal 2002, aveva vinto nel 2009 la Tirreno-Adriatico e nel 2011 il Giro d'Italia grazie alla squalifica per doping dello spagnolo Alberto Contador. L'ultimo suo successo risale al 2013 quando si è aggiudicato il Gp Costa degli Etruschi. 

News48

Redazione C48