Pubblicata il 10/03/2019

Calcio - Violenza durante Lauras - Calangianus juniores. Arbitro preso a calci e pugni per un presunto gol in fuorigioco. Dura condanna dell'FBC: prenderemo seri provvedimenti sui protagonisti

 

Calcio - Ieri pomeriggio, alle 15.30 allo stadio Limbara di Luras è andata di scena la partita della categoria Juniores U19 tra Lauras e Calangianus. La partita, conclusasi con il risultato di 3 a 1 in favore del Lauras, ha visto alla cronaca un episodio che ha destato scalpore in entrambi i centri galluresi. Durante la partita, due giocatori del Calangianus (dei quali non riportiamo i nomi per privacy e dovere di cronaca), si sono resi protagonisti di un pestaggio a calci e pugni, nei confronti dell'arbitro (un ragazzo del 2002). La violenza è derivata a seguito di un presunto gol del Lauras in fuorigioco. Il tutto si è consumato sotto gli occhi impietriti dei genitori dei i ragazzi disputanti l'incontro di calcio. L'episodio ovviamente ha fatto subito il giro e la voce si è sparsa in fretta, tra incredulità ed imbarazzo per quanto accaduto di genitori e non. Su Facebook è arrivata anche la dura condanna dell'episodio da parte dell'FBC Calangianus Calcio che in una nota scrive: "La società FBC CALANGIANUS condanna senza remore i fatti accaduti durante la gara Luras-Calangianus Juniores e prenderà seri provvedimenti verso chi si è reso protagonista di questo scellerato comportamento, che non ha nulla a che fare con l'idea di calcio e di sport di questa società". Ora i giocatori coinvolti, oltre ciò, rischiano una pesante squalifica dal calcio. 

Canale 48 Web Tv si distanzia dagli episodi di violenza che coinvolgono sempre di più il mondo del calcio, che da uno sport nato per il fairplay, per il rispetto e l'amicizia in campo, si sta trasformando in un teatro di violenze ed illeciti all'ordine del giorno. N.D.R

News48

Redazione C48