Pubblicata il 05/03/2018

Calangianus - Tragedia ad Olbia: è di un calangianese il corpo senza vita, rivenuto senza testa nella Zona Industriale

 

Calangianus - Tragedia ad Olbia: stamattina intorno alle 6.30 nella Zona Industriale, in Via Algeria, è stato rinvenuto un cadavere con la testa decapitata all'interno di un'auto. La vittima della sciagurata e macabra tragedia, è un calangianese di 61 anni. L'uomo è dipendente della Sarda Transport. Si tratterebbe di un suicidio, infatti l'uomo avrebbe pianificato e deciso in modo macabro e cruento, la fine della sua vita. Nell’abisso in cui la sua mente era affondata, l’uomo ha messo in atto una morte terribile. Ha preso una corda, l’ha avvolta intorno al collo e ha annodato l'altro capo ad una ruspa. Poi è salito in macchina, nella sua Fiat Punto e ha spinto l’acceleratore. Il responsabile di un’azienda che condivide il piazzale con la Sarda Transport ha rinvenuto il cadavere. Racconta di aver visto le luci accese della macchina e di essersi avvicinato: è stato terribile. Uno dei figli dell'uomo è incredulo, non si da pace. Non sa spiegare perchè il padre, che era separato dalla madre, abbia compiuto un gesto così spaventoso. Questa tragedia segnerà profondamente la vita di familiari, figli e parenti. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri coordinati dal colonnello Alberto Cicognani, oltre che il medico legale e i Ris di Cagliari. La tragedia scuote nuovamente shock a Calangianus. Un paese già devastato dal dolore di altre persone che hanno deciso di farla finita togliendosi la vita. Nell'ultimo anno ci sono stati diversi casi: tanti... troppi ed oggi si aggiunge un'altra pagina di cronaca nera come questa... Non ci sono parole... Sentite condoglianze ai familiari ed ai parenti

 

News48

Redazione C48