Pubblicata il 15/06/2017

Calangianus - Manca l'acqua nelle fontanelle. Il guasto si trova a Pascaredda, in località Vena Tolta. Abbanoa non ha i soldi per riparare qualche metro di conduttura e chiude la fornitura

 

Calangianus: manca l'acqua nelle fontanelle. Il luogo del guasto: si trova a Pascaredda, vicino alla Tomba dei Giganti, in Località "Vena Tolta". Quello che vedete nella foto è il classico "rattoppo" di Abbanoa quando si rompe il tubo. Il tubo che vedete arrugginito fu locato nel lontano 1947 insieme alla condotta dal Limbara, che passa nei campi e nelle vigne intorno alla Tomba dei Giganti.. L'anno scorso a Luglio ci fu un guasto, riparato subito. Abbanoa promise di riparare qualche metro di condotta in tempi rapidi ma la PROMESSA NON FU MANTENUTA e trutt'ora è tutto rimandato a chissà quando. Quasi un mese fa, il tubo nell'immagine, si è rotto. Dopo svariati giorni in cui le perdite hanno allagato un terreno agricolo, sono intervenuti i tecnici a ripararlo. Riparato il tubo, si è provveduto a rimettere l'acqua, ma... il rattoppo del tubo non ha retto la forte pressione idrica; si è rotto ed è scoppiato tutto, poichè è arrugginito ed andrebbe sostituito per circa 50 metri. L'unico problema è che Abbanoa non ha soldi, nonostante paghiamo un salasso; se ne frega e lascia Calangianus senza l'acqua nelle fontanelle. La fornitura d'acqua è stata interrotta da circa 10 giorni e i tecnici hanno lasciato il tubo così come vedete nell'immagine. Per il ritorno dell'acqua nelle fontanelle di Calangianus i tempi sono lunghi, tutto indovinate grazie a chi? Ad ABBANOA, che solo per il nome che non la contraddistingue (ABBA= acqua e Noa=nuova), dovrebbe chiamarsi (ABBA=acqua, Ezza= vecchia), ovvero ABBAEZZA. Condutture fradice di ruggine e rete idrica colabrodo. E noi paghiamo...

News48

Redazione C48