Pubblicata il 21/08/2018

Calangianus - Il boato di un fulmine caduto a Lu Caponi scuote il paese. Panico e spavento

 

Calangianus - Un'altra giornata fotocopia alle ultime. Ti svegli la mattina con il sole, pranzi con le nuvole e schiacci un pisolino pomeridiano mentre piove, tuona e si scatena uno sciame di fulmini. Oggi è stata una sorpresa. Parla Maurizio Savigni, aiuto regia di Canale 48: "Assistevo ad un temporale che imperversava su Tempio ed Aggius. Ero con la telecamera in mano riprendendo i fulmini che cadevano, come oramai sono solito fare. All'improvviso: prima un fulmine verso Nuchis, poi uno a sinistra a La Talga ed infine un altro a destra nella zona di Lu Caponi seguito da un fortissimo boato. Il fulmine è durato giusto 5 fotogrammi del video della telecamera, circa 0,0500 secondi. Non mi sarei mai aspettato che fossero caduti così vicino. Il fatto mi insegna che non per forza i fulmini cadono lungo la zona in cui piove, ma possono scatenarsi dove non piove anche a 10/15 km di distanza" 

Il fulmine caduto ha gettato nel panico i cittadini che abitano nei pressi della zona in cui è caduto. Dalle mappe radar dei fulmini caduti, risulta proprio a Lu Caponi. Per fortuna non si registra nessun danno, ma solo spavento e panico tra le persone. Non è il primo fulmine che cade a Calangianus questi giorni. Domenica ne cadde uno proprio davanti alla nostra sede, mandando k.o un albero. Tre giorni fa ben 5 fulmini si abbatterono nella zona della Chiesa delle Grazie e 3 di questi caddero nei pressi della strada, 3 caddero nei pressi di una fabbrica di sughero. Cronache di un'estate pazza e alquanto anomala dal punto di vista climatico. In copertina vi lasciamo la foto del primo fulmine caduto nel bivio della SS127 per Nuchis (fonte Lightiningmaps)

 

News48

Redazione C48