Pubblicata il 17/08/2018

Bombe d'acqua, grandinate di grosse dimensioni e allagamenti. Caos e disagi tra Capoterrese e Campidano

 

Sardegna - E' un agosto anomalo quello in atto dal punto di vista metereologico. L'Isola mai come quest'anno aveva vissuto tanti episodi di maltempo nel corso del mese. Anche oggi si sono registrati fenomeni temporaleschi in giro per l'Isola ed ancora una volta la zona tra Capoterrese e Campidano ne ha fatto le spese con bombe d'acqua e forti grandinate. Nel giro di un'ora a Villanovatulo e zona adiacente, si sono riversati 65 mm d'acqua, un vero e proprio nubifragio documentato anche da fotografie che mostrano il ruscellamento superficiale del terreno. Cos'è il ruscellamento? E' l'allagamento del terreno che non riesce a drenare l'immesa quantità d'acqua ricevuta in poco tempo, perciò quest'ultima tende a scorrere in superficie trascinando detriti. Da evidenziare anche i quasi 40 mm di pioggia caduti a Sanluri, dove il Sindaco è esasperato dalla terza bomba d'acqua in meno di due mesi. Il primo cittadino ha mobilitato barracelli, operai e la Protezione Civile per far fronte agli allagamenti causati dal nubifragio. Non è andata meglio a Poggio dei Pini dove sono caduti 23 mm d'acqua. Alcuni comuni sono stati colpiti da grandine di grosse dimensioni che ha causato dei danni. Altrove: temporali moderati in Gallura nella zona adiacente al Limbara. Le stazioni meteo di Tempio e Calangianus hanno avuto problemi inspiegabili ai pluviometri che hanno captato solo 2 e 6 mm di pioggia caduta. L'acqua precipitata al suolo è stata molta di più con accumuli che stimiamo tra 25 e 30 mm

 

News48

Redazione C48