Pubblicata il 17/08/2017

Ambiente - Il caldo e la siccità hanno fatto scomparire il ghiacciaio del Calderone, nel Gran Sasso

 

Ambiente - Caldo e la siccità che imperversano dalla primavera, hanno fatto sparire il ghiacciaio del Calderone, sul Gran Sasso in Abruzzo, il più a sud d'Europa. Lo scrivono i gestori del rifugio e lo confermano le immagini postate dagli alpinisti sui social network. Il Ghiacciaio del Calderone non c'è più e la sorgente del rifugio da ieri è a secco, cosa mai successa in questi ultimi 30 anni, scrivono i gestori del rifugio. Le foto degli alpinisti locali, scattate il 14 agosto e postate su Facebook, mostrano la conca del Calderone a secco, con solo tre minuscole chiazze di ghiaccio. Il ghiacciaio, il più meridionale d'Europa, si trova fra i 2650 e i 2850 metri d'altezza. Complice l'assenza di neve durante la primavera, il caldo e la siccità hanno consumato il ghiacciaio.

News48

Redazione C48